#10ModiDiDire – Seconda parte dialettale del rapporto tra i biellesi e i propri congiunti…

Seconda parte dei #10ModoDiDire, che legano i lanieri alla famiglia, ai parenti e alla casa. La vita di un biellese è molto legata a questi tre “fattori”, che rappresentano la base del credo locale.

  • Nella Valle che contiene Andorno Micca, sono gli uomini di casa, ad essere tenuti sotto controllo… Düi̯ gai̯ ant iṅ pulèr ai̯ vaṅ nèṅ d’acòrdi… “Due galli in un pollaio non vanno mica d’accordo”.
  • Essere fratelli è bello, ma allo stesso tempo difficile, come a Castelletto Cervo, dove talvolta l’odio diventa implacabile… Amùr ad frèl, amùr da curtèl… “Amore di fratello, amore da coltello”.
  • La parentela è fatta di legami profondi a Portula… Ël saṅqu̯ a l’è nènt au̯a… “Il sangue non è acqua”.
  • A Massazza non si abbandona la propria famiglia, e l’uomo che compie questo gesto è cattivo… Gram cul üʃèl ca banduṅa ‘l ni… “Cattivo quell’uccello che abbandona il nido”.
  • Cossatesi sapienti nel non perdere mai un familiare, tanto lo sanno già che, prima o poi tornano sempre a casa a mangiare… Ròba ca màṅgia tórna sèmpre a ca… “Roba che mangia ritorna sempre a casa”.
  • Semplici e concisi a Sordevolo! Parènt sarpènt… “Parenti serpenti”.
  • A Valle Strona sanno aspettare tutto il tempo del mondo… Bèsti̯i chi màṅgiu o tóst o tart i rivu… “Bestie che mangiano prima o poi arrivano”.
  • Stare attenti ai propri familiari stretti, è quasi imperativo in quel di Soprana… Sa t’è da ricève na figüra tla ricève dai̯ prüm parènt ma gnènt da i̯èt… “Se stai per ricevere un affronto, aspettalo da parenti prossimi piuttosto che da altri”.
  • Consanguinei “come” fenomeni atmosferici a Pollone… Parènt e pi̯óva, trèi̯ di, pé a nòia… “Parenti e pioggia, tre giorni e ti annoiano”.
  • Meglio avere un vicino estraneo che ti aiuta, piuttosto che un congiunto, dicono nella frazione zubianese di Vermogno… Al parènt pü prosim a l’è cul dariva l’üs…“Il primo parente è quello che arriva dall’uscio”. Il significato di “üs” (uscio) in questo frangente, è un po’ estremizzato, poiché la traduzione più corretta sarebbe: “vicino di casa”.

Se volete aggiungere il vostro #ModoDiDireBiellese, scriveteci all’indirizzo mail 50sfumaturedibiella@gmail.com .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...