#EdificiBiellesi – Casa Miglietti: a pochi passi dal centro storico, un edificio moderno dal 1952

Tra gli innumerevoli edifici progettati dall’ingegnere e architetto Federico Maggia, vi è anche Casa Miglietti. Edificata nel 1952, è situata a pochi passi dal centro storico, più precisamente all’inizio di via Torino.
La struttura rientra nel grande contributo urbanistico che Maggia ha dato alla città di Biella, la cui attività come progettista era in quegli anni, molto attiva.
Casa Miglietti rappresenta l’inizio della “periferia” in quel contesto storico. Difatti, la stazione ferroviaria di via Lamarmora, era una sorta di “cintura di ferro”, che delimitava lo spartiacque tra la vecchia e la nuova Biella.
L’edificio, di concezione moderna per il 1952, si presenta come una connessione tra due volumi di pianta rettangolare, con la facciata “alta” rivolta verso via Torino, mentre quella “bassa” si affaccia verso via Rossi. Le superfici unificanti delle facciate sono ricoperte con il klinker, i classici mattoni rossi, mentre balconi e terrazzi sono incassati dentro la struttura portante, e incorniciati da muratura sui quattro lati.
L’effetto creato da Maggia, è quello del vuoto-pieno, elemento di carattere dominante nei progetti dell’ingegnere e architetto biellese. Altro fattore caratterizzante il modo di costruire di Maggia, è rappresentato dalla posizione “aerea” del piano attico.
Questo, è stato realizzato con un aereo trave che è a sua volta sostenuto da colonnine. Il sistema ideato da Maggia per il piano attico affacciato su via Torino, presenta due diverse varianti.
Per il blocco più alto e stretto, l’attico ha delle colonne più “spesse”, mentre nel tratto più basso e lungo, l’architetto biellese ha ideato una pensilina-cornicione poggiata su pilastri molto distanziati, che formano quasi una sorta di “finestratura”.

Mfp

© Fotografia di 50 Sfumature di Biella.