#SimboliNelBiellese: un bastone araldico, un palazzo di Biella, un segno antico quanto il mondo… generano un elemento esoterico

Anche la nostra “piccola” Biella è disseminata d’innumerevoli simboli occulti nella sua architettura cittadina.
Il tema è assai lungo e complicato da trattare, e meriterebbe una spiegazione fin troppo lunga. Noi tuttavia, ci limiteremo a una breve ma esaustiva, spiegazione di quegli “strani” simboli presenti nei palazzi biellesi.
Il primo che ha attirato la nostra attenzione, è quello situato su un edificio di via Italia. Per comodità abbiamo scelto di chiamarlo “Ex Riflessi”. Il nome scelto, è preso dal negozio che in precedenza vi aveva sede.
In questa struttura, geometricamente molto affascinante per gli occhi, possiamo ammirare il famoso “caduceo”.
L’elemento di origine greca, è stato inserito all’interno di un rosone, che campeggia in bella vista sulla facciata principale del palazzo.
Considerato un emblema molto importante nell’antichità, questo “stranobastone attorniato da due serpenti, era posseduto dal Dio greco Hermes o Mercurio per i romani. Hermes era considerato il Dio della decisione, e il suo bastone in sintesi, rappresenta la concomitanza tra bene e male.
Secondo il mito, lo ricevette in dono dal Dio Apollo. L’intento del Dio sole greco, era di affidargli un compito ben preciso, ossia, di essere il conduttore tra i due sentimenti, in modo da porre una sorta di contrasto.
Oltre ai due serpenti, sull’immagine sono presenti delle ali. Il loro significato simboleggia il primato dell’intelligenza, in altre parole, il dominio sulla materia attraverso la conoscenza stessa.
Il caduceo è indice del potere di conciliazione tra gli opposti, capace di creare armonia tra elementi diversi come acqua e fuoco o come terra e aria.
Nel mondo moderno occidentale invece, è diventato il simbolo rappresentativo dei farmacisti.
I due serpenti aggrovigliati al bastone, infatti, rappresentano: uno la dose terapeutica, curativa e vitale, e l’altra, quella tossica o velenosa.
Il nostro consiglio è di recarvi sul posto, e ammirare la sua capacità attrattiva verso i nostri occhi.
Immaginando magari, di trovarvi al cospetto di Hermes o Mercurio.

Mfp

Fotografie gentilmente concesse da Andrea Battagin.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...