#EdificiBiellesi – Piscina Rivetti: un pregevole impianto sportivo, nato da una tragedia che colpì la dinastia degli industriali biellesi

“Dal dolore può nascere la gioia”.
Con questa massima, vi stiamo per raccontare brevemente la storia della Piscina Rivetti.
Progettata nel 1958 dagli ingegneri Carlo Ravizza e Franco Bruni, questa struttura da oltre 14000 metri quadri, nasce dopo la tragica morte in un incidente stradale, di Massimo Rivetti nella metà degli anni cinquanta, figlio dell’industriale Guido Alberto Rivetti.
È stata la tragedia dunque, a “donare” alla città di Biella, un complesso composto di: una palestra, due piscine coperte da 11 e 25 metri e una all’aperto da 33 metri con trampolino, un prono soccorso, un grande atrio e un bar con vista sulle vasche interne.
Fu così, che per onorare la memoria di Massimo, nacque una struttura all’avanguardia per l’epoca in cui fu costruita.
I dettagli furono curati nei minimi particolari, e soprattutto si cercò di progettare qualcosa che rimanesse attuale anche in tempi moderni.
La novizia, con cui si giunse alla progettazione anche degli ambienti esterni, fu eccellente. Infatti, fu creato un ampio giardino in stile inglese e aggiunto un piccolo chioschetto, un centinaio di cabine, un padiglione per docce e servizi, una vasca con arenile per i bambini, e una grande tribuna per il pubblico antistante alla piscina principale.
A tagliare il nastro inaugurale, fu il piccolo Alberto Rivetti, nipote del compianto Massimo.
La ristrutturazione avvenuta negli anni successi, portò alla sostituzione delle due piscine interne, con un’olimpionica.
Tuttavia, con l’ammodernamento, si è perso quasi completamente l’impianto originario.

Mfp

Fotografia gentilmente concessa da Andrea Battagin.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...