#EdificiBiellesi – Gli industriali, per incrementare l’istruzione professionale, crearono Palazzo Pella

L’ex Convitto Biellese o Palazzo Pella, è stato costruito nel 1937 ad opera dell’architetto Giuseppe Pagano, e su commissione dell’allora presidente dell’Associazione Industriale, Oreste Rivetti.
Concepito per ospitare gli studenti frequentanti le scuole delle città, è la fusione di tre diversi progetti. La prima bozza, infatti, nacque nel 1932. La struttura ruota intorno ad un atrio centrale a pianta quadrata, con una copertura in vetrocemento, utile a garantirne l’illuminazione e che nella sua concezione, doveva fungere da rappresentanza e palestra.
Il piano primo e secondo, sono stati realizzati come spazi comuni. Qui, infatti, vi trovavano posto: la direzione, la biblioteca, la sala del Consiglio, il refettorio, un salone ricreativo centrale, le sale studio e le aule.
I restanti piani invece, erano stati concepiti per ospitare i dormitori e le stanze da letto. Il progetto finale inoltre, prevedeva la realizzazione di un ultimo piano-terrazza arretrata rispetto al piano sottostante, dove dovevano trovare posto i ricoverati dell’infermeria.
Pagano, istriano di nascita, giunge a Biella grazie all’industriale e mecenate Riccardo Gualino. Laureatosi alla facoltà di architettura di Torino nel 1896, è famoso non solo per la sua partecipazione nella costruzione delle ville dei Rivetti a Biella, ma anche per la realizzazione di numerosi padiglioni nell’Esposizione Internazionale di Torino del 1928 e per il palazzo per uffici Gualino.
Inoltre, Giuseppe Pogatschnig Pagano, ha diretto la rivista “La Casa Bella”, ora “Casabella”, ha assunto diversi incarichi presso l’Istituto di Fisica della Città Universitaria di Roma e Bocconi di Milano, e diretto la “VI Triennale” milanese.
Pagano muore nel 1943 a Mauthausen. Ora, l’Ex Convitto Biellese, ospita gli uffici comunali della città di Biella.

Mfp

Fotografia gentilmente concessa da Andrea Battagin.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...