#IniziativeBiellesi: Una “cordata” biellese, per un progetto concreto e tangibile in favore dei marchigiani colpiti dal sisma

Fare sistema con il solo appello, non porta a nessun risultato. Il buono, lo può e lo si deve, costruire solo con iniziative mirate e di grande interesse”.
Con queste parole, Stephan Elsner, direttore generale di BonPrix, ha messo l’accento sull’iniziativa di raccolta fondi che la multinazionale e altre associazioni biellesi, ha indetto a favore dei bambini terremotati di Arquata del Tronto.
Il programma, segue, infatti, quanto già fatto inizialmente dalla stessa azienda di Valdengo, che prevedeva di devolvere 5 euro per ogni capo acquistato dai clienti.
Che i biellesi avessero un grande cuore, lo si sapeva già. Motivo questo, che ha portato l’onlus C.B.A.U. di Valdengo (Comunità Biellese Aiuti Umanitari), il Gruppo Amici Sportivi Valdengo, L’Associazione Lessonese Volontariato Onlus e Associazioni Unite Cossato, ad entrare nel progetto di BonPrix.
Il voler portare aiuti concreti alle zone colpite dal terremoto, è stato così fulmineo, da trovare in modo celere tutte le informazioni necessarie da parte di tutti. Purtroppo, l’unione da sola non basta, e allora ecco che spunta il progetto di “Specchio dei Tempi” di La Stampa.
La fondazione, infatti, aveva già avviato una raccolta fondi, per la ricostruzione del plesso scolastico primario e secondario di Arquata del Tronto, completamente distrutta dal sisma. La forza economica messa in campo da BonPrix e dalle associazioni biellesi è stata notevole. Difatti, è stato raccolto un importo superiore ai 76mila euro*. Soldi questi, tutti destinati all’acquisto dell’intero arredo scolastico, dal valore complessivo di 63.5811 euro.

*Dettaglio della somma raccolta:

  • BonPrix Valdengo 27.500 euro

  • Volontariato di Lessona 14.000 euro

  • Volontari di Cossato 13.000 euro

  • C.B.A.U. 12.000 euro

  • Gruppo Amici Sportivi Valdengo 10.000 euro

Non del tutto contenti, i “biellesi dal grande cuore”, si sono impegnati in una seconda raccolta fondi. Questa volta, con quanto avanzato della raccolta precedente, circa 12.700 euro, si sono impegnati a raccogliere “almeno” altri 25.300 euro, utili l’acquisto di una cucina per la mensa scolastica dal costo complessivo di 38mila euro.

Ecco quindi l’appello lanciato dalle onlus, per raggiungere quanto ancora manca…

Per sapere come poter contribuire, rivolgervi alle varie associazioni sotto elencate:

  • Volontariato di Lessona

  • Volontari di Cossato

  • Comunità Biellese Aiuti Umanitari (C.B.A.U.)

  • Gruppo Amici Sportivi Valdengo

Ricordate il vostro aiuto è molto importante!

Mfp

 

Un pensiero riguardo “#IniziativeBiellesi: Una “cordata” biellese, per un progetto concreto e tangibile in favore dei marchigiani colpiti dal sisma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...