#EventiNelBiellese – La “Stanza del Silenzio” del nuovo Ospedale di Biella: un luogo dove far coesistere i diversi popoli del mondo

Fare coesistere i diversi popoli del mondo tra loro, è un’impresa a dir poco titanica.
Argomento questo, molto delicato da trattare, data la natura “molto” bellicosa dell’essere umano.
Cercare di avvicinare le diverse culture tra loro invece, è stata una missione di molti leader “buoni” mondiali, capaci con il loro carisma, di far crollare questi invisibili confini creati dall’uomo.
Un passo avanti in questo ambito, è stato fatto nella nostra “piccola” Biella, dove all’ospedale di Ponderano è stata allestita una “stanza del silenzio”.
Lo spazio interreligioso, serve come luogo di “vero” silenzio, dove chi vi accede può, a suo modo, cercare la pace interiore. Lo spazio è nato da un percorso voluto e intrapreso sei anni fa dalla Azienda Sanitaria Locale Biellese, e che fa parte inoltre, di un progetto più ampio a livello regionale.
A far nascere il tutto, è stata anche la volontà dei rappresentanti delle diverse religioni, di avere un luogo dove ogni paziente durante il ricovero, qualora ne sentisse la necessità, potesse contare sulla presenza di un rappresentante della propria confessione.
Per il nuovo nosocomio biellese è un ulteriore passo avanti verso la modernità assoluta e verso quell’èlite che molti ospedali oggi rappresentano.
La “Stanza del Silenzio” è stata creata nella zona ovest del tetto giardino. Il raggiungimento dell’obiettivo è stato possibile, anche grazie alla collaborazione tra l’Asl Biella, la Comunità di Bose e la Commissione Ecumenismo & Dialogo della Diocesi di Biella.
Semplice ed essenziale, l’allestimento è il frutto di una grande sinergia, a cui si sono anche impegnati concretamente Lucia Giorgio, scenografa e gli architetti Carlo Ballero e Michele Badino. Inoltre, al progetto ha partecipato anche il Liceo Classico Linguistico Artistico “I.I.S. Giuseppe & Quintino Sella”, che sarà coinvolto più direttamente nella cura della catalogazione dei libri della piccola biblioteca presente all’interno della stanza.
Complimenti, bella coesione e ottimo esempio di civiltà. 

Mfp

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...