#EdificiBiellesi – Note rinascimentali nel centro di Biella, grazie a Carlo Nigra con il “suo” Palazzo Piacenza

Tra gli edifici più belli della città, un posto di rilievo lo si deve riservare a Palazzo Piacenza. Ubicato in piazza Lamarmora, quella del “Bersagliere” per intenderci, nacque come luogo dove istruire i futuri e giovani operai lanieri.
Da quella “scuola”, sarebbero dovuti uscire uomini e donne, specializzati nella lavorazione della lana. Un modo “geniale” questo, per contrastare la forte concorrenza straniera, sempre più agguerrita.
Edificato nel 1911, per mano dell’architetto Carlo Nigra, richiama in modo molto netto il periodo rinascimentale.
I molti decori del Rinascimento toscano e il gusto eclettico con cui è stato pensato, lo rendono uno dei maggiori protagonisti della piazza stessa e della città intera.
Tuttavia non esiste, o sarebbe meglio dire: esisteva, solo la facciata principale in questo magnifico palazzo. L’intera struttura, comprendeva anche un capannone retrostante la facciata di piazza Lamarmora. Nel capannone infatti, prendevano posto le macchine per la lavorazione della lana, usate per le esercitazioni pratiche dell’epoca.
Nato come scuola professionale all’avanguardia, ora ospita la sede cittadina della Biblioteca Civica dedicata ai ragazzi. Palazzo Piacenza resta una chiara e significativa testimonianza, di quanto Biella fosse anni luce avanti, nel creare un comparto educativo, professionale e commerciale. 

Mfp

Fotografia gentilmente concessa da Andrea Battagin.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...