#10Cose – Le dieci cose a piedi o in auto (da odio puro) nel Biellese…

L’essere umano non è un “animale” perfetto, sbaglia tante volte e forse nemmeno se ne accorge. Questa nuova “classifica” delle #10Cose, è proprio dedicata a quelle situazioni che si presentano puntualmente ogni giorno in città, e che altrettanto puntualmente ti fanno salire il sangue alla testa mentre sei al volante della tua vettura o addirittura a piedi.

1) La maleducazione degli sportivi. Oramai fare sport è diventata quasi una moda, infatti si vede sempre un maggior numero di persone: correre, andare in bicicletta o fare jogging. L’irritazione “monta” quando lo sportivo di turno, ti attraversa la strada di colpo obbligandoti a fare un gimcana o frenare bruscamente. Nel caso di chi si muove a pedali invece, è il non tenere la destra o procedere in fila indiana, che fa letteralmente diventare un grizzly impazzito.

2) Padroni di cani, un po’ troppo sbadati. Quante volte camminando per le vie di Biella, capita di dover schivare vere bombe disseminate sul marciapiede. La causa manco a dirlo non è dei poveri amici a quattro zampe,  ma di padroni sbadati che hanno una certa pigrizia nel chinarsi e raccogliere ciò che Fido per natura semina.

3) L’automobilista “furbo”. A chi non è successo di trovarsi il classico automobilista, che puntualmente si sporge un po’ troppo con il muso, costringendoti a farlo passare per forza. La beffa poi giunge quando ti ringrazia per averlo fatto passare, facendoti così imprecare anche in aramaico stretto.

4) L’incivile per natura. In questa categoria rientrano coloro che, non trovando a portata di braccio un cestino, buttano i mozziconi o la carta per terra. Questo gesto molto incivile, non danneggia solo l’ambiente, ma anche le tasche di chi in quella città, ci risiede.

5) Il lento al volante. Trovare chi al volante frena anche al passaggio di una mosca, è più facile che trovare il famoso ago nel pagliaio. Puntualmente quando sei in ritardo o devi ad esempio entrare in una rotonda, ti trovi davanti o di passaggio, questo “elemento”. Qui, in questo caso, monta un odio esagerato.

6) L’attraversamento pedonale. In alcune vie di grande scorrimento, attraversare è un impresa titanica. L’attenzione in questo caso è d’obbligo, poiché parecchi al volante oramai non guardano più la strada, ma solo il stramaledetto smartphone.

7) Il parcheggiatore infinito. A quanti non è mai successo di trovarsi davanti quell’automobilista, che per parcheggiare ci mette circa una mezz’ora. Il più delle volte ha una vettura simile ad un aereo oppure fa esattamente 99,9 manovre per posteggiare una scatoletta. Assasin’s automobilist.

8) Lo zombie smartphonato. Questo solitamente lo si incontra camminando tranquillamente per strada, quando avanti a te, ti ritrovi uno letteralmente incapace di staccare gli occhi dal cellulare. Come se non bastasse, dopo aver evitato lo scontro, ha pure il coraggio di guardarti in modo storto. Odio puro.

9) Il nonno con il cappello. Il classico dei classici, in grado di farti tirare giù tutti i santi in un colpo solo. La proverbiale lentezza con cui guida, parcheggia o svolta, irriterebbe persino papa Francesco. Inoltre, se una volta te lo ritrovavi sulla vecchia Panda, oggi invece, ti “appare” su dei macchinoni spaventosi che potrebbero persino fare a gara con una F1.

10) Il pedone indeciso. Questo è il più pericoloso di tutti, perché si lancia nell’attraversare ma poi si blocca, facendoti inchiodare così tanto da sentire la macchina sollevarsi dietro. A questi si possono aggiungere quelli, che ci mettono un’eternità a passare sulle strisce, mentre, nel frattempo ti lanciano delle occhiate da film horror se osi solo far aumentare i giri del motore per ripartire.

Fotografia gentilmente concessa da Alberto Belli

Mfp

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...