#NuoviBiellesi – Ibrahim, kurdo della Turchia e titolare del “Mizgin Istanbul Kebap” ci racconta la “sua” Biella

Migrare o non migrare. Questo è uno dei dilemmi che assilla l’uomo fin dalla sua prima comparsa sulla terra. Le migrazioni avvengono per molti motivi, ma due su tutte, la fanno da padrone. Una scelta di condizione di vita migliore per la propria famiglia e la ricerca di un lavoro stabile, queste le due principali fonti che portano i migranti a lasciare “casa“.
Con questa nuova “sfumatura“, iniziamo un viaggio attraverso tutte le popolazioni che hanno scelto il Biellese come propria nuova casa.
Questo percorso si snoderà tra poche e semplice domande. Come primo popolo abbiamo scelto quello Kurdo. Nel particolare abbiamo intervistato Ibrahim, kurdo della Turchia e titolare del Mizgin Istanbul Kebap di piazza Vittorio Veneto.

1) Cosa ti ha portato a scegliere questo luogo?
Il motivo principale è sicuramente il lavoro. Difficile vivere in un posto diverso da dove sei nato, se non per motivi di lavoro.
2) Perché ritieni che Biella e la sua provincia, sia un luogo adeguato per viverci?
Perché è molto tranquillo rispetto a dove sono nato io,oltre ad essere un luogo ideale per vivere in piena tranquillità rispetto ad altre realtà come Milano o Torino. Nelle grandi città c’è troppo caos, invece qui puoi lavorare e vivere molto più tranquillamente. 
3) C’è qualcosa che accomuna il Biellese e la tua terra di provenienza?
Pressoché nulla. La zona in cui sono nato è completamente diversa sotto ogni aspetto. Qui esiste la pace e la tranquillità, invece nella regione di mia provenienza esiste un clima politico-sociale molto caotico.
4) In un ipotetico scambio culturale, cosa può dare la tua terra al Biellese e viceversa?
Porterei qui il rispetto che adesso manca purtroppo. Con il mio lavoro vedo tutti i giorni la mancanza in modo netto di quel rispetto verso chi è più grande o ha più esperienza, che invece dove sono nato esiste ancora. Per esempio anche a trent’anni e quindi essendo maggiorenni, il rispetto verso i genitori, è una cosa sacra ancora da noi. Credo che la troppa tecnologia e il sempre volere di più, stia portando alla scomparsa di questo particolare valore. Invece, da me porterei la tranquillità di Biella. Dove la gente vive in pace, e non cerca di uccidersi fra loro come capita adesso in Turchia.
5) Infine, cosa ti piace e cosa no di questo luogo?
La tranquillità. Inoltre è un bellissimo posto, con molto verde e tanta bella storia. Mi piace che la città sia tenuta bene e pulita, che ci sia un controllo dell’ordine pubblico migliore rispetto ad altre realtà. Non riesco a trovare qualcosa che non mi piaccia, l’ho scelta per lavoro e quindi ci vivo.

La comunità kurda nel Biellese è molto piccola, sono una decina e tra loro vige un’amicizia e un legame stretto.

Grazie Ibra…

Mfp

CREDITS FOTOGRAFIA: http://www.wikipedia.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...