#GiovaniBiellesi – L’esperienza di uno dei creatori del nuovo blog “50 Sfumature di Biella”, come relatore all’istituto Eugenio Bona di Biella

Parlare ai giovani d’oggi non è cosa facile, sempre connessi e avanti con i tempi, ma con grande stupore a volte vieni spiazzato. È quanto mi è successo nei giorni scorsi, quando invitato al “Bona” per fare il relatore come giornalista, i giovani studenti hanno partecipato con grande entusiasmo e interesse a questa giornata loro dedicata.
L’importanza della comunicazione e molti risvolti che questo lavoro ha, il giornalismo, erano la base dell’incontro e del suo successivo dibattito. Non volendo rubare spazio al bel “pezzo”, termine usato nel gergo giornalistico per indicare la realizzazione di un articolo, trascrivo di seguito quello che i ragazzi hanno editato.
Inoltre, ringrazio loro per questa opportunità.

Marcelo Fabian Profumo

studenti-bona-biella-50-sfumature-di-biella

Lo scorso mercoledì si è tenuto un incontro presso l’Aula Magna dell’Istituto E. Bona con il giornalista de “La Nuova Provincia di Biella” Mauro Pollotti e Marcelo Profumo di “50sfumaturedibiella.com”.
Grazie alla collaborazione tra l’Istituto E. Bona e “La Nuova Provincia di Biella”, si è potuto dar vita ad una conferenza che ha permesso un confronto sull’ampio tema del giornalismo cartaceo e digitale, sotto diversi punti di vista.
Il primo tra questi, presentato dai Sig. Mauro Pollotti è stato il percorso da intraprendere per poter aspirare ad una carriera giornalistica, ovviamente corredato da ottime capacità personali, in quanto non basta la sola passione per la scrittura, ma servono anche solide competenze. L’intervento del Sig. Marcelo Profumo ha fatto riferimento alla crescente importanza del settore digitale nel campo dell’informazione.
Come conseguenza della diffusione delle nuove tecnologie, si manifesta un maggiore utilizzo dei giornali online con tutti i vantaggi (notizie in tempo reale, integrazione con i social network e facilità d’utilizzo) e svantaggi annessi.
Importantissimo il ruolo dei già citati social network, in primis Facebook, che rappresentano il primo mezzo di diffusione degli articoli per velocità ed immediatezza.
Altri punti toccati durante le due ore sono stati la raccolta delle nuove notizie, i rischi e le responsabilità sui propri elaborati, l’organizzazione delle funzioni all’interno di una redazione, curiosità e alcune citazioni riguardo fatti ed articoli del passato biellese.
La raccolta delle notizie, come spiegano i giornalisti, può avvenire in modi molto diversi, dalla semplice presenza sul posto e la collaborazione con i cittadini, alle istituzioni che devono comunicare i fatti accaduti per mezzo di mattinali e comunicati stampa. Le responsabilità di colui che scrive un articolo, sono strettamente legate al codice penale (art. 153-154) che regola la materia della diffamazione mezzo stampa e dei diritti editoriali in merito.
La struttura di una redazione è molto importante per regolare le operazioni al suo interno, e proprio per questo è stata illustrata una panoramica sui soggetti che la compongono, dall’editore ai collaboratori esterni.
Successivamente si è aperto un dibattito in cui sono emersi vari quesiti che gli studenti hanno posto ai due professionisti. Si è potuto discutere di più argomenti, tra cui le carriere giornalistiche personali, i giornali presenti sul territorio, la funzione del giornale come mezzo di comunicazione, possibilità lavorative e aneddoti su fatti recenti e passati accaduti nel biellese.
L’incontro ha avuto un esito molto positivo, permettendo agli studenti di sviluppare le competenze nei confronti di una realtà molto affascinante ma che spesso è molto più complicata di quello che si possa immaginare.
Ci teniamo a ringraziare in nome delle classi presenti, II T,III C e III E con gli insegnanti, i Sig.ri Mauro Pollotti e Marcelo Profumo per il tempo dedicatoci con grande competenza e simpatia, per aver chiarito i nostri dubbi e per averci offerto un’interessante occasione di crescita culturale.

GRAZIE MAURO E MARCELO!!! Siete fortissimi!

Matteo Marconi e Mirco Rinaldi, 3ªE ITC E. Bona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...